fbpx

L’importanza della digitalizzazione scuola, sia per rendere maggiormente interattivo il momento formativo e innovare il lavoro delle segreterie, è al centro dell’agenda del governo.

L’emergenza pandemica, il ricorso alla didattica a distanza e al lavoro agile hanno evidenziato tutte le lacune tecnologiche della scuola pubblica italiana, soprattutto in alcune aree del Paese. 

Centinaia di milioni per digitalizzare aule e segreterie   

Sul sito del Ministero dell’Istruzione è disponibile un avviso da 455 milioni di euro per sostenere, attraverso specifiche attrezzature, la digitalizzazione delle aule scolastiche e delle segreterie.

Si tratta di risorse europee stanziate nell’ambito dell’iniziativa React-EU e possono finanziare, nello specifico, l’acquisto di monitor digitali interattivi touch screen per la didattica, ma anche attrezzature per la digitalizzazione delle postazioni di lavoro delle aree amministrative. Il progetto ha l’obiettivo di favorire il processo di digitalizzazione e dematerializzazione amministrativa e innovazione delle metodologie didattiche.

Assistente amministrativo a lavoro con device digitali

Digitalizzazione scuola: a chi è rivolto e come si articola l’intervento

Il bando per la digitalizzazione scuola è stato reso noto nei giorni scorsi e si rivolgere alle istituzioni scolastiche statali e ai Centri provinciali per l’istruzione degli adulti (CPIA) appartenenti alle regioni Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Emilia-Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Lombardia, Marche, Molise, Piemonte, Puglia, Sardegna, Sicilia, Toscana, Umbria e Veneto.  
 
L’intervento si articola in due moduli: il primo prevede l’acquisto di monitor digitali interattivi touch screen da collocare nelle classi del primo e del secondo ciclo di istruzione, nonché dei corsi dei CPIA. Il secondo prevede l’acquisto di attrezzature digitali per gli uffici di segreteria. L’importo totale del finanziamento per ciascuna istituzione scolastica del primo e del secondo ciclo è determinato tenendo conto del numero complessivo delle classi, sulla base di specifiche percentuali di ripartizione dei costi. Per i CPIA si terrà conto del numero complessivo degli studenti.  

Le candidature possono essere presentate al seguente link dalle ore 12:00 dell’8 settembre 2021 alle ore 12.00 del 1° ottobre 2021.  

EnjoIP al fianco della Scuola nella transizione digitale

EnjoIP, in partnership con Planetel, offre una serie di soluzioni per consentire una transizione digitale ottimale sia della didattica, sia delle attività quotidiane svolte dal personale amministrativo scolastico. Affianchiamo i dirigenti scolastici e DSGA nella scelta delle soluzioni più idonee alle specifiche esigenze dell’istituto.

Digitalizzazione scuola: pubblicato il bando per gli istituti statali

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

8 + 11 =