fbpx

Dall’esigenza sempre più forte di migliorare diagnosi e cura delle malattie croniche è stato ideato, ed è in corso di progettazione, una nuova applicazione della wearable technology in healthcare, che corregge la postura, autogestita e con sensori non invasivi.

Questo wearable è stato ideato per correggere i deficit posturali statici e dinamici tipici dell’invecchiamento e delle patologie neurodegenerative, da integrare nei protocolli di riabilitazione neuromotoria della postura. Il progetto di ricerca a cura dell’Università di Napoli mira a sviluppare metodologie innovative per la riduzione dei costi del welfare sanitario tramite la diagnosi precoce delle patologie endocrino-metaboliche, diabetiche, oftalmiche e l’adeguamento del trattamento terapeutico e nutraceutico con valutazione oggettiva e riproducibile del recupero del paziente. 

Wearable per riabilitazione: un’innovazione nel campo medico

La maggior parte delle malattie neurologiche e il fenomeno di invecchiamento comportano una frequenza molto elevata di disturbi posturali, responsabili della progressiva perdita di autonomia del paziente sia per la conseguente paura di cadere, che per le disabilità che derivano dalle cadute precedenti.

Non esiste allo stato attuale una terapia farmacologica in grado di contenere e/o di impedire una ulteriore progressione dei deficit posturali: la riabilitazione fisioterapica risulta essere l’unico strumento a disposizione della medicina per la presa in carico della problematica.

I deficit posturali e le cadute, per quanto trattate con protocolli riabilitativi, risultano ancora fortemente impattanti sul quadro funzionale dei pazienti, sulla loro indipendenza, sullo sviluppo di disabilità con incremento del carico assistenziale anche a livello familiare e in ultima analisi sul drastico aumento dei costi sanitari nonché sociali collegati alla necessità delle famiglie di surrogare il SSN nella fase post-acuta.

Tutto ciò ha spinto la ricerca sempre più verso approcci innovativi, strumentali e laboratoristici, che concentrino la loro attenzione sulla determinazione di marcatori precoci e soprattutto specifici delle patologie esaminate e monitorate e che siano in grado di verificare in modo oggettivo e riproducibile l’efficacia degli interventi terapeutici.

Il wearable ci aiuta a correggere la postura

La particolarità del progetto è nella nuova visione della wearable technology in healthcare. Un dispositivo indossabile capace di integrare i dati collezionati da sensori cinetici e cinematici per individuare condizioni precoci di instabilità del tronco.

L’obiettivo verrà perseguito mediante lo sviluppo di un device self-managed basato su sensoristica wearable non invasiva per la correzione dei deficit posturali e di una interfaccia aptica integrata nel device per elicitare un biofeedback posturale allorquando il soggetto è in condizione di stabilità “fall-prone”. L’efficacia di tale device verrà testata e comparata con metodiche riabilitative tradizionali.

Lo studio verrà completato con l’analisi dei dati di connettività neuronale misurati con fMRI e MEG per comprendere meglio i fenomeni che sottendono il recupero motorio e funzionale e per dare ulteriore sostegno scientifico alla strutturazione ed ottimizzazione dei percorsi di cura in neuroriabilitazione. Verificata l’efficacia del device indossabile per il controllo della postura, verrà proposto un inserimento all’interno di protocolli riabilitativi mirati su campione più ampio e, raggiunti livelli di evidenza sufficientemente alti, verrà proposta la produzione di tale device.

La raccolta dei dati clinici dei pazienti arruolati e dei risultati delle indagini strumentali e analitiche condotte nell’ambito del progetto sarà effettuata mediante una piattaforma informatica unica e condivisa tra i partner opportunamente studiata e realizzata per il progetto. Questa procedura informatica agevolerà non solo la raccolta di una grande mole di dati, ma ne permetterà la condivisione, nonché la successiva elaborazione tra tutti i partners.

L’importanza di una corretta gestione dei dati

Questo progetta evidenzia quanto i dati e la loro gestione acquisiranno un’importanza sempre maggiore anche per i centri di riabilitazione e le cliniche private. EnjoIP offre una vasta gamma si soluzioni Cloud e di sicurezza gestita per organizzare e proteggere i dati aziendali e dei tuoi pazienti.

Wearable technology in healthcare e il progetto dell’Università di Napoli